Gaia recensisce “Susanna e gli orchi”

pubblicato in: Charlie Club | 0

In precedenza avevo già letto libri su questa tematica, che non mi avevano colpito particolarmente,
poiché tutti molto simili tra loro.
Invece in questo ho trovato un qualcosa in più, che pagina dopo pagina, mi spingeva sempre di più
a concluderlo.
È stata la svolta.
Leggendo alcune pagine, mi sono commossa perché ho capito quanto odio possa provare un
uomo contro una “razza” diversa, senza nessuna motivazione.
Nonostante la mia giovane età, credo che una situazione così negativa non si debba mai più
verificare, perché siamo uguali e mai più nessuno dovrebbe sperimentare ciò che hanno vissuto
Susanna e i suoi genitori all’interno dei lager.
Il vostro libro è un misto tra realtà e finzione, attraverso cui Susanna riesce a isolarsi dal mondo
esterno.
Ciò ci fa capire che anche nei momenti difficili un po’ di fantasia non fa mai male, anzi, è una
medicina per staccarsi dal mondo.
La lettura è stata un’occasione e un modo per riflettere su quanto in realtà noi siamo fortunati.
A volte provo ad immaginare come mi sarei sentita io al posto di Susanna e, solo a quel punto,
capisco quanto lei sia stata forte e come lo siano stati i suoi compagni di lager.
Lo consiglierei a chi è appassionato di storia e non, perché per questi ultimi potrebbe essere un
modo per conoscerla meglio.
Oltre al contenuto, presentato dal libro, c’è la sua struttura.
Il linguaggio è colloquiale e adatto al contesto.
Un elemento, che mi è piaciuto molto, è stata la scelta di dividere la storia in più parti, aiutando il
lettore a capire meglio la trama e i suoi avvenimenti.
Non avevo ancora letto un vostro libro e sono felice di averlo fatto, perché, grazie a volumi del
genere, si comprendono davvero gli errori che l’uomo ha commesso in passato.
Spero, un giorno, di potervi incontrare dal vivo così da confrontarmi, inoltre, di leggere altri vostri
libri.
Vi ringrazio per aver letto la mia lettera e spero che vi sia piaciuta.


Gaia B., classe 3A, Priocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *